Antoaneta Antova, consulente finanziario e commercialista

IN BULGARIA ANCORA MOLTI TERRENI LIBERI PER LE IMPRESE

Secondo Antoaneta Antova, fondatore e manager di uno studio contabile, questo è il fattore chiave che attira l’attenzione degli imprenditori stranieri verso il Paese, altro che la tassa sul reddito aziendale del 10%

Dopo una lunga esperienza nell settore finanziario, Antoaneta Antova apre il proprio studio contabile Ronal-Expo Ltd. nel 2005 a Sofia. Lo studio offre consulenze finanziarie e servizi contabili completi alle aziende di tutti i settori.

Dottoressa Antova, come ha scelto finanza e contabilità per il suo percorso professionale?

È tradizione di famiglia, ho fatto questa scelta tanti anni fa, mi è sembrato che questa sia una professione con un campo espressivo molto ampio. Sono stata attratta da casi e decisioni a tutti i livelli, che sono legati alla finanza, agli investimenti e alle scelte aziendali.

Quando ha deciso di aprire un suo studio contabile?

Dopo aver lavorato per diversi anni ai programmi di sviluppo delle Nazioni Unite in Bulgaria, ho deciso che il mio modo preferito di lavorare era avere una mia attività in cui stabilire le regole del mio lavoro. L’idea di fornire soluzioni aziendali competenti e risolvere compiti specifici per le finanze dei miei clienti è stata fondamentale per creare il mio studio contabile, in cui possiamo principalmente consultare e consigliare soluzioni, e non solo registrare i documenti delle aziende.

Il suo studio lavora con molti clienti stranieri che aprono attività in Bulgaria. Quali sono le loro aspettative più comuni per il business in Bulgaria e quali sono i loro errori più comuni?

Questi clienti aspettano di trovare qui in Bulgaria una buona organizzazione dei servizi amministrativi. Soprattutto nella situazione attuale, per loro i requisiti principali sono di avere una comunicazione facile e accessibile con l’amministrazione a qualsiasi livello, un “e-government” ben funzionante e un collegamento tra le istituzioni. Non è necessario viaggiare tra le istituzioni statali per ottenere un riferimento o un permesso. Gli errori commessi dai clienti stranieri sono dovuti alle differenze tra rendicontazione, scadenze per le dichiarazioni e contabilità nei loro paesi e in Bulgaria. A volte vengono in Bulgaria senza aver studiato i requisiti amministrativi necessari ​​qui e senza sapere dove trovare informazioni competenti. Ecco perché le mie raccomandazioni sono improntate a sottolineare il fatto che quando decidono di fare affari in Bulgaria devono raccogliere informazioni sufficienti da diverse fonti e adattare le loro esigenze alla situazione specifica in Bulgaria.

In che modo la Bulgaria attrae imprenditori stranieri?

Non credo che sia solo la tassa sul redito aziendale fissa del 10% che attrae gli imprenditori stranieri. La cosa più importante secondo me è che in Bulgaria ci sono ancora molte opportunità per avviare un’impresa, ci sono molti terreni liberi per le imprese, in Europa sono già sviluppati e pieni.

Il suo consiglio agli imprenditori italiani?

Gli imprenditori italiani hanno un ampio margine di manovra nelle loro decisioni aziendali, ma non sono particolarmente inclini ad accettare la necessità di conformarsi ai requisiti dell’amministrazione bulgara. È importante per loro sapere che rispettare le scadenze e i requisiti è importante per loro ed è un prerequisito per una comunicazione senza problemi con il loro studio contabile.

www.ronal-expo.com

Commenti

be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai a TOP