ORMAI CI SI LIMITA
A FARE SOLO L’ESSENZIALE

MARISA CONSOLI, imprenditrice

Che impatto ha avuto la situazione attuale sulla tua vita di ogni giorno?

Covid-19 ha cambiato completamente la mia quotidianità non solo nella programmazione della singola giornata ma anche da un punto di vista di svolgimento di una determinata mansione, poiché si applicano tutte le misure di sicurezza. Ormai ci si limita a fare solo l’essenziale, spesa, gestione famiglia, e quel po’ di lavoro che è rimasto. Quasi del tutto annullata la socializzazione; paura e ansia ci allontanano dalle altre persone e dalla società. Per cui la mia vita attualmente ruota quasi esclusivamente attorno alla famiglia e alla casa.

 

Nel tuo settore che prospettive ci sono? Come vi state muovendo?

Io gestisco Ara dell’Etna, un ristorante-pizzeria a Pedara, un paese alle pendici dell’Etna. È forse il settore più colpito in quest’emergenza. Attualmente ci è consentito soltanto l’asporto ed il domicilio, dunque è stato necessario ridurre al minimo il personale e le giornate lavorative. Apriamo solo nel weekend, ma è molto demoralizzante lavorare in queste condizioni. Abbiamo quindi cercato di incentivare il delivery, stipulando diversi contratti con aziende esperte in questo ramo. Ma c’è poca richiesta e le spese fisse a malapena vengono coperte. Si lavora solo per dare un minimo servizio.
 

Il tuo sguardo sul futuro?

Non potremo durare a lungo in queste condizioni e nonostante lo stato abbia già mandato alcuni aiuti, sarà impossibile recuperare la perdita di questi mesi. Finché la somministrazione sarà bloccata dai DPCM, il settore della ristorazione continuerà a subire un’inarrestabile declino. Dunque non escludo, in queste condizioni, una completa chiusura della mia azienda per riaprire soltanto nel momento in cui si potrà lavorare a pieno regime.

 

Commenti

be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai a TOP