A Milano la collezione Tannhauser con cinquanta capolavori

A Milano la collezione Tannhauser con cinquanta capolavori


CAPOLAVORI
– Picasso, Fernande with a Black Mantilla; Degas, Danza spagnola; Picasso, Donna dai capelli gialli

 

La donna è triste, afflitta da una malinconia patente. Non piange. Con grande dignità guarda chi la osserva. Ma le lacrime sono sparse per tutto il quadro, le disvelano le pennellate dell’autore, Pablo Picasso. Il dipinto si intitola Fernande con una mantiglia nera, realizzato a Parigi nel 1905, ed è in mostra a Palazzo Reale a Milano fra le cinquanta opere della mostra “La Collezione Tannhauser. Da Van gogh a Picasso”, mostra che si protrarrà fino al 1° marzo 2020.

Milano ospita quindi una delle più importanti collezioni d’arte a livello mondiale, una collezione che Heinrich Tannhauser iniziò nel 1905, poi affiancato già nel 1908 dal figlio Justin.

Georges Braque, Paul Cézanne, Edgar Degas, Paul Klee, Georges Seurat, Henri Rousseau, Vincent Van Gogh e molti altri sono presenti con opere di notevole portata, in un caleidoscopio di stili che colpisce e appaga il visitatore. Domenico Piraina, direttore del Palazzo Reale sottolinea il “contributo culturale enorme che i Tannhauser hanno dato allo sviluppo e alla promozione dell’arte moderna”.

Curatrice della mostra è la storica dell’arte Megan Fontanella, conservatrice di arte moderna al Guggenheim.

 

Leave a reply

Comments