BULGARIA, MISURE ANTI COVID
PIÙ LIBERALI POSSIBILI

Preoccupa l’incremento dei contagi. Aumentano le vaccinazioni

Il quotidiano on line bulgariaoggi.com, che riporta le informazioni di sofiaglobe.com, rende noto che “il numero di pazienti con Covid-19 ricoverati in ospedale in Bulgaria è aumentato del 10% nell’ultima settimana, mentre l’aumento della morbilità su base di 14 giorni è di circa il 40%, ha dichiarato a febbraio il capo del quartier generale operativo nazionale Ventsislav Mutafchiyski.

“L’errore più grande in questa situazione – afferma Angel Kunchev, ispettore capo dello stato per la salute – sarà cedere alle emozioni e prendere le decisioni sbagliate. Abbiamo la forza per farcela, il fronte della vaccinazione si allarga. Più vaccinati ci sono, più riduciamo il campo d’azione del virus, quindi prima o poi le cose andranno in modo ottimistico “.

Il ministro della Salute Kostadin Angelov ha affermato che a partire dall’8 febbraio si è intensificato “il ritmo di vaccinazione di tutti coloro che rientrano nella seconda e terza fase del piano nazionale di immunizzazione”.

Angelov ha inoltre precisato “che attualmente non ci sono stati casi provati in Bulgaria delle varianti latinoamericane e sudafricane del nuovo coronavirus”. Il quotidiano bulgariaoggi.com riporta inoltre che il capo dell’Agenzia per i medicinali, Bogdan Kirilov, ha assicurato che “la fornitura di vaccini alla Bulgaria è aumentata in modo significativo e che nella sola prima settimana di marzo il paese dovrebbe ricevere 160.000 dosi”.

Kirilov ha affermato che l’Agenzia europea per i medicinali sta effettuando una revisione preliminare del vaccino Novavax e che la Commissione europea dovrebbe concludere un contratto di fornitura con il suo produttore nelle prossime settimane. Sempre Kirilov ha detto che per quanto riguarda il vaccino Sputnik russo, l’Agenzia europea per i medicinali stava ancora conducendo consultazioni scientifiche perché non c’erano dati sufficienti al riguardo.

“In Bulgaria – ha sottolineato il primo ministro Boiko Borissov – applichiamo le misure più corrette e liberali possibili”. “I nostri medici e operatori sanitari – ha concluso il primo ministro, sempre secondo quanto riporta bulgariaoggi.com – stanno implementando i protocolli di trattamento molto rapidamente, quindi il numero di coloro che si sono ripresi ha quasi raggiunto il numero di quelli infetti”.

 

 

Commenti

be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai a TOP