BULGARIA, EXPORT VERSO L’UE CRESCIUTO DEL 23,4%

Ma la bilancia commerciale rimane sempre deficitaria

Nel gennaio-maggio 2021, le esportazioni bulgare verso l’UE sono aumentate del 23/4 per cento rispetto a questo periodo dell’anno scorso, raggiungendo un totale di 17.616,9 milioni di leva (1 leva=0,51 euro), secondo le statistiche istantanee dell’Istituto nazionale di statistica pubblicate di recente. Solo a maggio – riporta il sito bulgariaoggi.com -, l’ export verso l’UE è aumentato di oltre un terzo, il 31,4 per cento, rispetto a questo periodo dell’anno scorso, fino a un totale di 3.363,2 milioni di leva.

Le esportazioni dell’UE in Bulgaria nel periodo gennaio-maggio 2021 sono aumentate del 25% rispetto allo stesso periodo del 2020, raggiungendo 17.879,5 milioni di leva. In termini di valore, l’importazione maggiore è stata da Germania, Romania, Italia, Grecia, Paesi Bassi e Ungheria. Solo a maggio, l’ esportazione è cresciuta del 50,4% rispetto a questo periodo dell’anno scorso, raggiungendo i 3.682,7 milioni di leva.

Da seganalare, comunque, che la Bulgaria ha registrato un deficit di 262,6 milioni di leva nel suo commercio estero nel periodo gennaio-maggio.

Commercio con paesi terzi

Le esportazioni bulgare verso paesi terzi (non membri dell’UE) sono aumentate del 14,4 per cento rispetto a un anno prima, per un totale di 10.580,7 milioni di leva. Nel solo mese di giugno, l’ esportazione in questi paesi  – riferisce sempre bulgariaoggi.com – è cresciuta del 26,8 per cento a 1.838,6 milioni di leva.

Le importazioni da paesi terzi nel periodo gennaio-giugno 2021 sono aumentate del 24,2 per cento da questo periodo dell’anno scorso a 13.970,7 milioni di leva. Le maggiori importazioni provenivano da Turchia, Federazione Russa, Cina e Ucraina. Nel solo mese di giugno, le importazioni sono cresciute del 44% a 2.690 milioni di leva.

Commercio con i paesi terzi ha mostrato un deficit di 3.390 milioni di leva per la Bulgaria nel periodo gennaio-giugno, incluso un deficit di 851,4 milioni di leva nel solo giugno.

 

Commenti

be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai a TOP