PAGINE SCELTE DAL FUTURO

Ci piace riconoscere in Pinocchio un proto-umanoide, volutamente automa e inconsapevolmente androide. Senza tener conto delle dotte discussioni se dovesse trattarsi di un burattino o di una marionetta, ci piace ritrovare nel romanzo di Collodi gli elementi che incarnano il mito buono della creatura artificiale: nasce dall’operosità dell’uomo, riceve dalla saggezza del Grillo parlante il […]

Continua a leggere

di RAY DALIO La storia insegna che le guerre sono terribilmente costose in termini di vite umane e di denaro. La capacità di infliggere danni è progredita essenzialmente da quando sono state inventate le armi nucleari, nella Seconda guerra mondiale. Inoltre, anche le persone più informate da ambo gli schieramenti non sono pienamente informate, perché […]

Continua a leggere

di Matteo Serra* La ricerca in fisica (ma il discorso si potrebbe facilmente estendere a quasi tutte le altre discipline scientifiche) è diventata una faccenda estremamente composita, variegata, iperspecializzata, dove non solo è ormai impossibile trovare un fisico “tuttologo”, ma dove ogni macrosettore di ricerca include al suo interno una miriade di “isole” tra loro […]

Continua a leggere

di Carlo Cottarelli* Vite basse consacrate alle tasse Fanno l’occhiolino a Belzebù (Francesco Gabbani) Benjamin Franklin un giorno sentenziò: “In questo mondo, non c’è niente di certo, tranne la morte e le tasse”. Avrebbe forse riconsiderato questo suo aforisma se fosse vissuto in Italia. L’evasione fiscale resta un vizio comune nel nostro paese, un vizio […]

Continua a leggere

di Yanis Varoufakis *   Il banchiere, contrariamente all’imprenditore, non organizza la produzione. E allora che cosa fa, di preciso? Perché concentra presso di sé tanta ricchezza? Molti commettono l’errore di ritenere il banchiere un mediatore tra persone che hanno un’eccedenza di denaro, e la depositano in banca, e persone che vogliono quell’eccedenza in prestito. […]

Continua a leggere

di Kevin Warwick   Tutti possiamo cadere in piccole trappole quando studiamo l’AI – l’intelligenza artificiale, ndr – e il cervello umano. Si consideri per esempio un comportamento casuale. Potremmo sostenere che i computer pensano in un modo programmato e meccanicistico, mentre gli esseri umani possono farlo in maniera casuale. Questo non è corretto: tutti […]

Continua a leggere

di Kevin Warwick   Tutti possiamo cadere in piccole trappole quando studiamo l’AI – l’intelligenza artificiale, ndr – e il cervello umano. Si consideri per esempio un comportamento casuale. Potremmo sostenere che i computer pensano in un modo programmato e meccanicistico, mentre gli esseri umani possono farlo in maniera casuale. Questo non è corretto: tutti […]

Continua a leggere

di IAN MORTIMER   Karl Marx avrebbe di che essere amareggiato. Durante la sua vita criticò ferocemente Il saggio sul principio di popolazione di Malthus, eppure alla fine la sua utopia si appresta ad essere demolita dalle forze che Malthus descriveva. Se molti, incluso lo stesso Marx, consideravano sostanzialmente errate le teorie maltusiane, è perché […]

Continua a leggere
Vai a TOP